Breast Unit


L’unità di Senologia (Breast Unit)
La Normativa Europea prevede che dal primo gennaio 2016 nei paesi della Comunità i tumori del seno siano trattati nel contesto di Breast Unit certificate dall’Eusoma (European Society of Breast Cancer Specialist) che devono rispondere a ben determinati criteri.
L’obiettivo è quello di creare ed evidenziare i centri senologici di eccellenza nella diagnosi e cura del tumore al seno, in modo da far confluire il maggior numero di casi in pochi centri altamente specializzati. In questo modo le esperienze non vengono disperse ma raccolte da un personale sempre più esperto.


Si tratta di team multidisciplinari all’interno dei quali si trovano tutte le specialità mediche, tecniche e infermieristiche che in qualche modo interagiscono nella prevenzione, diagnosi, terapia e riabilitazione del carcinoma mammario con le maggiori competenze specifiche e in assoluta coordinazione fra loro.
In Italia, oggi, ne esistono poche, che sono il risultato di un’azione volontaria e autonoma delle singole strutture, che si sono attrezzate, o lo stanno facendo, senza un riconoscimento da parte della programmazione sanitaria nazionale e senza rimborsi economici proporzionali alla qualità e complessità dell’offerta sanitaria
Il Marrelli Hospital ha già iniziato l’iter per adeguare la propria Unità di Senologia alle linee guida di prevenzione e di cura certificati per il tumore al seno previsto dall’Eusoma, per ottenerne la certificazione come Breast Unit.


All’interno della Breast Unit del Marrelli Hospital, le pazienti potranno trovare supporto e aiuto per affrontare tutti gli step della malattia nonché un Servizio a cui rivolgersi per mettere in atto le procedure per una diagnosi precoce di eventuali patologie senologiche.
L’approccio al carcinoma mammario è completamente cambiato, non solo rispetto a 30 anni fa, ma per molti aspetti anche da cinque anni fa ad oggi. Richiede un costante aggiornamento e la professionalità non di un singolo, ma di un gruppo che deve lavorare in modo integrato, con un continuo scambio di dati, informazioni, discussione e conclusioni diagnostiche e terapeutiche.
Una delle strategie più promettenti della medicina moderna è creare una stretta sinergia tra specialisti di diversi settori, che insieme si prendono carico non solo della situazione clinica del paziente, ma anche di tutti gli aspetti della sua esistenza che possono essere influenzati dalla malattia.

All’interno della Breast Unit opereranno per sconfiggere il tumore al seno, mediante strettissima collaborazione e continuo dialogo e confronto, un team di specialisti “dedicati” con le caratteristiche stilate dall’Eusoma (European Society of Breast Cancer Specialist) quali:

  • Lo psicologo
  • Il fisioterapista
  • Il radioterapista
  • L’oncologo medico
  • L' anatomo patologo
  • Il chirurgo plastico
  • Il chirurgo senologo
  • Il medico nucleare
  • L’ecografista
  • Il radiologo
  • Il senologo

La paziente potrà rivolgersi agli ambulatori di senologia della Breast Unit per colloqui, visite, controlli e richieste di indagini strumentali.

Saranno possibili esami specifici ed altamente attendibili grazie all’uso di apparecchiature di diagnostica per immagini di ultima generazione come:

  • Mammografi digitali
  • Ecografia con prelievi cito-micro istologici
  • Risonanza Magnetica
  • Acceleratori Lineari per trattamenti Radioterapici Stereotassici

La chirurgia propone interventi mininvasivi con l’identificazione del linfonodo sentinella e, nei casi demolitivi, esegue la ricostruzione immediata con la collaborazione del chirurgo plastico.

Il Marrelli Hospital disporrà di protocolli di terapia scientificamente all’avanguardia: la radioterapia con modalità di irradiazione sofisticata, l’anatomia patologica, con la citologia, la microistologia e gli esami intraoperatori, sono in grado di definire, oltre all’istotipo tumorale, tutti i fattori prognostici di biologia tumorale.
L’esistenza di protocolli scritti condivisi da tutti gli operatori rappresenterà una importante garanzia per le pazienti, in quanto è noto che la variabilità nel trattamento di casi simili è all’origine dei fallimenti terapeutici. Fare una medicina personalizzata non significa proporre una terapia a caso, ma identificare bene a quale categoria di pazienti appartiene la persona che si ha davanti e quindi utilizzare un protocollo scientificamente validato e di sicura efficacia

Il servizio di riabilitazione post operatoria completerà la rieducazione dell’arto superiore dopo gli interventi maggiori, mentre il servizio di psicologia assisterà le pazienti nella comunicazione della diagnosi e sarà di sostegno quando si renderanno necessarie terapie complementari che tanto incidono sulla psiche femminile.

All’interno della Breast Unit sarà attivo un Ufficio per le Relazioni con il Pubblico (URP) dove sarà possibile ricevere tutte le informazioni sui diritti del malato come previsto dalla Risoluzione del Parlamento Europeo sul tumore della mammella.